Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Cookie Policy, altrimenti chiudi questo avviso.

Wednesday, 18 January 2012 11:17

Da Grizzana Morandi a Monte Salvaro

 

Tempo di percorrenza: 4 ore

Dislivello: 548-825 m

L'itinerario è una delle più interessanti e classiche escursioni dell'area protetta. Partendo da Grizzana Morandi, luogo caro al celebre pittore bolognese Giorgio Morandi, che trovò nei paesaggi grizzanesi un motivo dominante della sua produzione artistica, si attraversa il borgo di Castello, il “Bosco dei Faieti”, la Serra fino a raggiungere un estoso affioramento di arenarie fini riferite alla Formazione di Pantano. Da qui si apre verso sud un ampio panorama con Montovolo e Monte Vigese in primo piano e sullo sfondo, il tratto appenninico bolognese compreso tra Monte Cavallo e Corno alle Scale e, già in territorio modenese, l'imponente profilo di Monte Cimone. A breve distanza si nota, inoltre, Cà la Sete; il sentiero si porta poi sul fresco versante Nord-Occidentale di Monte Pezza, all'ombra di un suggestivo bosco misto. Più avanti il sentiero raggiunge una conca fresca e umida, occupata da un bel castagneto da frutto con vecchi castagni secolari, molti dei quali completamente cavi e con cappaie di diametro superiore ai due metri. Raggiunta infine la piatta sommità di Monte Salvaro, dove sfoggia un'alta croce metallica collocata dal Gruppo Alpini di Vergato nel 1985 e quindi detta anche Crocione di Monte Salvaro, si può apprezzare un ampio panorama, che nelle giornate più limpide raggiunge i rilievi reggiani dei monti Prado e Cusna.

Additional information